venerdì, febbraio 17, 2006

Da Genova 17/2/2006

Quindi non puoi fare dipendere la tua vita, la tua felicità, la tua serenità dalle persone a cui vuoi bene.
Ma poi , gli vuoi davvero bene?
Amare non significa dipendere.
Esattamente il contrario.
Se noi dipendiamo da qualcuno, non vuol dire che lo amiamo, vuol dire che noi vogliamo essere amati da lui...
Non ti dico di abbandonare le persone a cui sei attaccato o attaccata.
Non devi lasciare la tua famiglia.
Devi soltanto smetterla di far dipendere la tua felicità da loro.
Puoi benissimo continuare a goderteli. Anzi cosi' te li godi anche di più...
Ti chiedo soltanto di diventare libero o libera di goderti le persone care quando ci sono e di goderti qualcos'altro quando non ci sono...
Devi semplicemente diventare capace di farne a meno.
Giulio Cesare Giacobbe



E' UNA COSA COSI' NEGATIVA VOLER ESSERE AMATI?
Maria teresa

2 commenti:

Vincenzo Trichini ha detto...

No,
non è "così" negativo; non è questione di positivo o negativo. La risposta è già nel testo che pubblichi; Non puoi far decidere della tua felicità ad un altro.

Chiara ha detto...

Ho letto anch'io "Alla ricerca delle coccole perdute" di Giacobbe e, all'inizio, la reazione è stata come la tua: "Ma è peccato amare?". Però è vero, la nostra felicità siamo, prima di tutto, noi. Il resto è un piacevole, meraviglioso, stupendo contorno...