sabato, gennaio 21, 2006

VAMPATE

Si tratta di ondate transitorie di calore che portano ad una variazione della temperatura di ben 5/6 gradi nel giro di pochi minuti.
Iniziano a livello del torace, salgono verso il collo e la testa, sono seguite da una sudorazione profusa che comporta anche sofferenza del sistema neurovegetativo con tachicardie, insonnia, difficolta' di concentrazione, depressione, irritabilità.
Il 75% delle donne ne soffre nei primi due anni di menopausa, il20% per 5 anni e il 5% purtroppo per tutta la vita.
OK OK questo ci tocca !!
4 anni che sono in menopausa ed in questi ultimi tempi pare che abbiano sferrato un ulteriore attacco:io spero l'ultimo.
Sono stupita, pensavo andassero scemando ed invece no.
Spero di non appartenere a quel 5% anche perchè non posso e non voglio prendere estrogeni (la mia mamma è morta per un tumore al seno ed io sinceramente vorrei farne a meno.( FA ANCHE RIMA)
Sono in macchina da sola in un triste sabato pomeriggio ed improvvisamente ecco un pensiero forte insistente. Lo stesso pensiero che mi era venuto quando aspettavo il primo figlio e vomitavo l'anima.
Anche allora ognuno si sentiva in dovere di dare pareri e consigli (addirittura qualche cara persona aveva insinuato che quella nausea così terribile fosse il segno di una non accettazione di quella mia (in verità desideratissima gravidanza.)
E anche allora lo stesso pensiero.
Ma Maria come avrà fatto? Come l'avrà vissuta?
Anche lei avrà avuto questi disturbi, anche lei avrà vomitato i primi 3 mesi; e dopo, essendo donna come me, anche lei avrà avuto una menopausa con vampate, con disagi a volte più psicologici che fisici: una specie di sensibilità acuita al 1000 per 1000, pianti, ritorno indietro con tratti del carattere decisamente infantili, gelosie, senso di isolamento( nessuno mi vuole bene, nessuno mi capisce...)
Maria come hai fatto?
Facevi moto regolare (meglio se mattutino)?
Preferivi alimenti ricchi di soia?
Dormivi in camere fresche intorno ai 16/18 gradi?
Ti affidavi all'agopuntura?
Maria come hai fatto?
Oppure anche qui, come per altri ben più importanti avvenimenti della tua vita : custodivi nel tuo cuore, sopportavi, offrivi, pregavi, a volte ti ribellavi un attimo e poi ti ributtavi nel servizio di tutti quelli che ti erano intorno, spargendo luce.
Sono sicura che tu eri una donna equilibrata; lo sei stata dall'inizio alla fine.
Io sono tua figlia ,tua sorella.
Tu hai già passato tutto questo e di più.
Stammi vicina perchè ho bisogno del tuo equilibrio del tuo affetto della tua compartecipazione.
CI CONTO.

3 commenti:

marisa ha detto...

Finalmente ho trovato qualcuno che parla della menopausa! Ma hai notato che nessuno in rete parla di questo periodo importante della nostra vita? Perchè si parla sempre e solo dell'adolescenza senza considerare che la menopausa è molto simile come effetti collaterali....ci hai mai pensato? I sintomi? Tutti quelli dei ragazzini: irrequietezza, improvvisi cambiamenti di umore, non si dorme più tanto bene, le minime cose che non vanno diventano una tragedia.....ecc.E poi c'è da considerare che è un periodo della vita in cui (almeno nel mio caso) i figli se ne vanno......si resta soli con il tuo compagno della vita che non riconosci più, perchè forse troppo concentrati alla famiglia e non alla coppia. Quindi tutto un rapporto da ricostruire! Un rapporto stanco in partenza, senza stimoli......A te come è andata? Hai trovato risposte alle tue domande a 4 anni di distanza? Io ho iniziato con i disturbi da te citati 5/6 mesi fa e non ho resistito! Ho iniziato il mese scorso la terapia sostitutiva. Sono stata una vigliacca? Ho solo rimandato il problema? Perchè per me era un disagio insopportabile, non solo e non tanto per le vampate ( sopportabili) quanto per gli sbalzi di umore e quasi sempre tenden te al nero, alla tragedia.... Cosa ne pensi?

MariaTeresa ha detto...

Tu non sei stata una vigliacca, hai scelto quello che in questo momento è il meglio per te.
io non ho potuto scegliere liberamente perchè tutti i ginecologi che ho consultato mi hanno proibito di fare una terapia sostitutiva perchè la mia mamma è morta per un tumore al seno ed esiste un rischio di familiartà che non è da sottovalutare,è un rischio reale e quindi ho dovuto " obbligatoriamente"scegliere un'altra strada.
per ilresto sono d'accordo con te: è veramente una nuova adolescenza, bisogna prenderla un po' in ridere, non spaventarsi troppo , accettare il cambiamento, quasi amarlo..Una mia amica mi raccontava che salutava ogni caldana che le arrivava come fosse qualcuno di famiglia:"Ciao, ben arrivata, sentivo propriola tua mancanza ..."E cosi' avanti finchè poi non passano o per lo meno si attenuano" Auguri per tutto da una tua compagna di adolescenza.

adriana 48 ha detto...

sono in meno pausa da 5 anni ed ho ancora vampate, io le distinguo in "caldanucce", che sono quelle più frequenti e che durano circa 5 minuti, poi c'è il "caldanone" che viene circa una volta al giorno e
sicuramente una volta di notte. anche io come Mariateresa sono stata sconsigliata di adottare terapie ormonali, in quanto soffro di varici, sono stata operata di un fibroma uterino ecc......, ma veramente limitano la qualità della vita, io per esempio canto in un coro e ogni poco metto in azione il ventaglio, qualcuna ride, altre mi dicono che non si sono neanche accorte del passaggio alla meno pausa, quindi mi sento anche come si dice"cornuta e mazziata". spero davvero anch'io di non fare parte di quel 5% sudato a vita! saluto tutti con affetto. adriana.